NOTA STAMPA – DISABILITA’, SANTILLO (M5S): A CASERTA IL DISABILITY MANAGER

NOTA STAMPA – DISABILITA’, SANTILLO (M5S): A CASERTA IL DISABILITY MANAGER

DISABILITA’, SANTILLO (M5S): A CASERTA IL DISABILITY MANAGER

“Stamattina insieme agli attivisti del Meetup 5 Stelle x Caserta abbiamo compiuto un ulteriore passaggio per portare a Caserta una nuova e concreta sensibilità politica e civica sulla questione disabilità, ma più in generale sul concetto di accessibilità e vivibilità della Città per tutti i cittadini in qualche misura “ostacolati” e impediti nella piena e libera espressione della loro vita quotidiana: la figura del Disability Manager”. Queste le parole del Senatore Agostino Santillo a seguito dell’incontro di stamane al Comune di Caserta.
“Si tratta di un’attività portata avanti da tempo e con molta determinazione dagli attivisti locali, e che ha trovato positivo riscontro anche tra alcuni consiglieri comunali di diversi schieramenti e che ha coinvolto anche alcune associazioni per i diritti dei disabili casertane e anche l’Ordine degli Ingegneri”, prosegue Santillo.
“La mattinata è stata proficua poichè il Sindaco Carlo Marino si è impegnato a pubblicare nei prossimi giorni la manifestazione di interesse per individuare questa figura fondamentale che funziona benissimo in altre città, facendo diventare Caserta il primo capoluogo campano a dotarsene, ma anche di ratificare la carta ONU per i diritti dei disabili, l’adozione di un PEBA all’interno del PUC di prossima approvazione e la valorizzazione del WheelMap, applicazione tecnologica nata in seno all’attivismo 5 Stelle che aiuta a trovare i luoghi accessibili in sedia a rotelle”.
“Il disability manager non avrà costi per l’Amministrazione e sarà riconosciuto e adottato ufficialmente all’interno del consiglio comunale in qualità di garante, vigile e consulente affinchè venga rispettata in ogni aspetto la tutela e la promozione dei diritti dei disabili. Una figura di vigilanza e coordinamento competente e sensibile a tutto quello che può essere fatto, proposto e gestito in ambito intersettoriale sulla accessibilità urbana, sulle discriminazioni e le disuguaglianze vissute da persone con disabilità.”